About

“se il mondo non compra, svalutare serve a poco” che corrisponderebbe a “far bere il cavallo per forza” questo è il punto della questione e anche l’errore che l’autore dell’articolo fa. Quando uno afferma che svalutare la propria divisa serve in quanto gli esteri comprino di più sta indirettamente avvallando, con un ragionamento di sponda, il tipo di capitalismo mercantilista e neoliberista Tedesco che ci ha cacciato in questa situazione, e vederlo scritto in un sito che si pregia del nome di Keynes mi lascia interdetto. Significa in buona sostanza dire che il modello Tedesco pur non funzionando è l’unico possibile. Non è così. Non dobbiamo svalutare per la ricerca del surplus commerciale, dobbiamo riavere la sovranità monetaria per permettere alle monete di ritrovare il giusto equilibrio tra le DIVERSE economie e le diverse capacità produttive. Il punto non è la svalutazione ma L’EQUILIBRIO. La svalutazione è solo lo strumento, negato da questo sistema idiota, per il raggiungimento dell’equilibrio. Non mi dilungo sul resto perché è ampiamente sufficiente questo ma grida vendetta la successiva affermazione che”….. l’Italia non ha saputo adattarsi ai mutamenti della domanda estera” : e grazie tante ……….con una perdita di competitività (da euro) prossima al 25% rispetto i prodotti Tedeschi (dati della Bce), a sostanziale parità di costo del lavoro e materie prime, come diavolo si possa pretendere che un’imprenditore si metta ad investire in nuova tecnologia ? l’autore dovrebbe dimostrare……………….. se è nato prima l’uovo o la gallina, secondo lui e secondo Zingales il gap tecnologico ci ha tenuti fermi. Certo che vedere che, da quando c’è l’euro, la capacità produttiva resta sottoutilizzata facendo giustamente, passare la voglia di investire in nuove tecnologia , fa pensare ad altro come causa del mancato adattamento e a me fa pensare all’euro, ma sarò ceco . Così come fa pensare ad altre cause vedere che i grandi capitalisti Italiani (certo quelli a cui conveniva) hanno da decenni (guarda un po’ hanno iniziato con l’euro) de-localizzato la parte produttiva in paesi no euro e la parte finanziaria l’hanno localizzata in luxemburgo, paese a nota fiscalità di favore. Ma sarà solo la mia impressione, come sarà una mia impressione che la confindustria nostrana sia composta proprio da quei delocalizzatori localizzatori luxemburghesi.This is an example of a page. Unlike posts, which are displayed on your blog’s front page in the order they’re published, pages are better suited for more timeless content that you want to be easily accessible, like your About or Contact information. Click the Edit link to make changes to this page or add another page.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...